Blog

Deroga ai criteri di valutazione nel concordato e nell’accordo di ristrutturazione dei debiti (II parte)

28 Aprile 2016 | Bonus da concordato
 

Il tema di cui si è iniziato l’esame con intervento sul portale del 5 aprile u.s., trae origine, come già osservato, dalla lettura della massima P.B.1 (degli orientamenti del comitato triveneto dei notai in materia di atti societari): deliberazioni sulle perdite di società soggette a concordato preventivo o ad accordo di ristrutturazione dei debiti omologati. L’art. 182-sexies l. fall., introdotto dall’art. 33 del D.L. 22/06/2012 n. 83, dispone la sospensione delle norme in tema di tutela dell’integrità del capitale sociale con decorrenza dalla data di deposito della domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo o del ricorso per ottenere l’omologa dell’accordo di ristrutturazione dei debiti, fino all’emissione del provvedimento di omologazione di entrambe le citate procedure rispettivamente concorsuale e preconcorsuale di gestione delle crisi di impresa.

Leggi dopo