Blog

La Cassazione chiarisce che le società a partecipazione pubblica sono assoggettabili a fallimento. Fine di un problema?

06 Marzo 2014 | Società a partecipazione pubblica
 

La Suprema Corte di Cassazione, con la recente sentenza 27 settembre 2013, n. 22209, ha avuto modo di affrontare ex professo l’annoso problema relativo alla fallibilità delle società in mano pubblica.  Nella fattispecie oggetto della decisione, in particolare, si afferma che una società partecipata per il 51% da un ente pubblico e affidataria in concessione della realizzazione e gestione di un impianto per lo stoccaggio e lo smaltimento di rifiuti solidi urbani deve considerarsi assoggettabile alle procedure concorsuali previste dalla Legge Fallimentare.

Leggi dopo