Blog

La massima durata della moratoria nel concordato preventivo in continuità

 

L'art. 86 del Codice della crisi, da un lato, ammette una moratoria fino a 2 anni dall'omologazione per il pagamento dei creditori muniti di privilegio, pegno o ipoteca, salvo che sia prevista la liquidazione dei beni o diritti sui quali sussiste la causa di prelazione; dall'altro, ne limita l'applicazione al solo concordato con continuità aziendale, ma ammettendo i creditori prelazionari al voto.

Leggi dopo