Blog

Le autorizzazioni per gli atti straordinari nella fase concordataria con riserva ed il rap del "miglior soddisfacimento"

 

Il Tribunale, quando valuta un’istanza di autorizzazione nella fase con riserva di un concordato preventivo, deve valutare esclusivamente la conformità all'interesse dei creditori, in relazione alle opzioni regolatorie della crisi concretamente e ragionevolmente disponibili. Il concetto di “miglior soddisfacimento dei creditori”, a questi fini, non coincide infatti con quello di cui all'art. 186-bis l.fall.

Leggi dopo