Casi e sentenze di merito

Anche per le domande proposte prima della dichiarazione di fallimento vi è l’attrazione nel rito speciale

06 Febbraio 2014 |

TRIBUNALE DI MILANO

Tribunale fallimentare
 

È improcedibile la domanda di accertamento e risoluzione di un contratto di compravendita proposta con rito ordinario se la parte convenuta è sottoposta a procedura concorsuale, ciò in virtù del principio sancito dall’art. 24 l. fall. secondo il quale “il tribunale che ha dichiarato il fallimento è competente a conoscere di tutte le azioni che ne derivano, qualunque ne sia il valore.”

Leggi dopo

Le Bussole correlate >