Casi e sentenze di merito

Con il reclamo ex art. 36 l. fall. non è sindacabile il contenuto negoziale di atti di amministrazione del curatore

21 Novembre 2014 |

TRIBUNALE DI VARESE

Reclamo
 

Lo strumento di cui all’art. 36 l. fall., non ha carattere di impugnazione in senso stretto di un provvedimento: trattandosi di impugnativa di un atto il cui merito è riservato al curatore ed al comitato dei creditori, il reclamo non può costituire mezzo di esercizio surrettizio del controllo sull’operato di tali organi, o per reintrodurre un potere di decisione nel merito del giudice delegato, al quale, dopo la riforma, compete unicamente un controllo sulla legittimità degli atti.

Leggi dopo