Casi e sentenze di merito

Concordato preventivo: revoca dell’ammissione ex art. 173 l. fall. e atti in frode

10 Gennaio 2014 |

Tribunale di Bergamo

Revoca dell'ammissione al concordato preventivo
 

Non tutte le condotte fraudolente compiute dal debitore prima della presentazione della domanda di concordato preventivo sono di per sé stesse ostative alla prosecuzione della procedura: la sfera di applicabilità dell’art. 173 l. fall. deve essere circoscritta a quei comportamenti che, per gravità e importanza, rendono illegittimo il ricorso proposto dall’imprenditore. Tale valutazione deve essere compiuta dal giudice tenendo conto dell’impatto che le condotte hanno avuto sulla causazione della crisi.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >