Casi e sentenze di merito

I compensi per attività professionale nell’ambito di una procedura fallimentare revocata

16 Febbraio 2018 |

Tribunale di Milano

Revoca della dichiarazione di fallimento
 

Pur nella diversità del ruolo del difensore officiato dalla curatela rispetto all’incarico svolto dal curatore, la natura onerosa dell’incarico del difensore della curatela non può che comportare - in assenza di responsabilità di una parte privata - l’attribuzione dell’onere del pagamento in capo all’Erario quale spesa del fallimento al pari del compenso del curatore, sia pure nell’ambito di un procedimento contenzioso, essendo cessati gli organi del fallimento.

Leggi dopo