Casi e sentenze di merito

La compensazione del credito del fallito ceduto a terzi

05 Luglio 2018 |

CTR Liguria

Compensazione

In tema di compensazione dei debiti, qualora venga richiesto un rimborso del credito d'imposta dal curatore fallimentare (dopo il fallimento) ma maturato prima della dichiarazione di fallimento, viene ritenuta legittima la compensazione – attuata dall'Amministrazione finanziaria – delle somme con debiti di imposta sorti prima della dichiarazione di fallimento in capo all’imprenditore.

 

Dunque, al fine di accertare la sussistenza del requisito della reciprocità occorre aver riguardo, onde accertare la titolarità dei rispettivi crediti, esclusivamente al fatto genetico della situazione giuridica estintiva delle obbligazioni contrapposte, da ciò discendendo che la compensazione nel fallimento è ammissibile ove ricorra l'anteriorità del fatto genetico dell'obbligazione alla dichiarazione di fallimento, anche quando il controcredito divenga liquido ed esigibile dopo l'apertura della procedura concorsuale.

Leggi dopo