Casi e sentenze di merito

La dichiarazione di fallimento della società cancellata dal Registro delle imprese

26 Ottobre 2015 |

TRIBUNALE DI NAPOLI NORD

Cancellazione dal registro delle imprese

In caso di estinzione della società conseguente alla sua cancellazione dal Registro delle imprese, le esposizioni debitorie rimaste inadempiute, così come i residui attivi non liquidati a favore dei soci, si trasferiscono in capo a quest’ultimi in regime di contitolarità, non potendosi ammettere l’idea di un patrimonio “adespota”. In virtù di tale fenomeno successorio, la società deve essere ritenuta insolvente ai sensi dell’art. 5 l. fall., non essendo più titolare di alcun elemento attivo del patrimonio sociale.

A seguito della cancellazione dal Registro delle imprese, il procedimento per la dichiarazione di fallimento della società estinta, così come le eventuali fasi impugnatorie successive, continuano a svolgersi nei confronti della società, nella persona del suo legale rappresentante.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >