Casi e sentenze di merito

LCA, legittimità della postergazione per il credito delle cooperative

06 Marzo 2015 |

TRIBUNALE DI TREVISO

Postergazione

Il credito del socio di una cooperativa nei confronti della società stessa può essere soggetto a postergazione solo nei limiti in cui possa estendersi anche alle società cooperative la disciplina delle s.r.l. secondo il dettato dell’art. 2519, comma 2, c.c.

Il prestito sociale cooperativo non può essere assimilato al finanziamento ex art. 2467 c.c. in quanto, per la stessa struttura della cooperativa esso riguarda soggetti che non hanno poteri di incidere sulla gestione sociale.

Non vi è alcun dubbio circa la legittimità dell’art. 200 l. fall., nella parte in cui non prevede che, nel procedimento di liquidazione coatta amministrativa, il momento in cui vengono a prodursi gli effetti sostanziali verso i terzi sia da individuarsi con la pubblicazione del decreto stesso in gazzetta ufficialo. Il decreto di liquidazione è un atto giuridico e pertanto viene ad esistenza con la sola esteriorizzazione che si realizza secondo la disciplina propria dell’atto amministrativo.

Leggi dopo