Casi e sentenze di merito

Non integrale pagamento credito Iva: questione di legittimità costituzionale degli artt. 160 e 182-ter l. fall.

 

In tema di concordato preventivo, viene dichiarata non manifestamente infondata e rilevante la questione di illegittimità costituzionale del combinato disposto degli art. 160 e 182-ter l. fall. con riferimento all’art. 97 della Costituzione nella parte in cui, rendendo necessariamente inammissibile la proposta che non preveda l’integrale pagamento dell’Iva ancorché risorsa propria della Unione Europea) non consente alla p.a. di valutare in concreto, e nel singolo caso proposto e quindi senza generalizzazione, la convenienza della proposta e del piano dell’imprenditore che prospettino un grado di soddisfazione del credito per iva in misura pari al valore delle attività del proponente ed in misura superiore a quella ricavabile dalla procedura fallimentare ed anche in relazione all’art. 3 della Costituzione nella parte in cui non consente alla P.a., contrariamente a quanto accade per tutti i creditori privilegiati, di accettare, in relazione a crediti Iva un pagamento inferiore al credito ma superiore a quello ricavabile dalla liquidazione del patrimonio del debitore.

Leggi dopo