Casi e sentenze di merito

Sovraindebitamento e par condicio creditorum: per l’omologa del piano del consumatore non serve il consenso dei creditori

10 Aprile 2014 |

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO

Par condicio
 

Ai fini dell’omologazione di un piano del consumatore, nell’ambito della procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento, è necessaria una valutazione giudiziale sulla fattibilità della proposta e sulla meritevolezza della condotta del proponente, mentre non è richiesto il consenso dei creditori: in assenza di una specifica disposizione normativa che sancisca l’obbligatorietà della par condicio creditorum, può essere omologato un piano, in presenza dei predetti requisiti, anche qualora un creditore lamenti un trattamento deteriore rispetto ad altri creditori.

Leggi dopo