Casi e sentenze di merito

Vendite competitive nella fase prenotativa di un concordato e principio di procedura ristretta

18 Settembre 2017 |

Tribunale di Roma

Vendite competitive

L’applicazione della disciplina di cui all’art. 163-bis l.fall. – contenente il principio di portata generale secondo cui gli atti dismissivi del patrimonio dell’azienda che ricorre al concordato preventivo debbano necessariamente essere effettuati mediante il preventivo espletamento di procedure competitive - anche agli atti di autorizzazione ex art. 161, comma 7, l.fall., è prevista “in quanto compatibile”, pertanto, il generale principio  delle cessioni competitive può, in specifiche e peculiari ipotesi, essere evitato qualora vi sia la precipua esigenza di evitare che il ritardo derivante dall’espletamento della procedura competitiva porti a risultati contrari all’interesse dei creditori.

 

Il principio generale della competitività è salvaguardato attraverso una procedura più snella, consistente nella ricerca di interessati all’acquisto, compiuta dal Commissario, sulla base dell’offerta irrevocabile ricevuta.

Leggi dopo