Focus

Gli effetti del concordato in bianco, ovvero costi ed opportunità del nuovo istituto

Sommario

Il concordato in bianco nel contesto del Decreto Sviluppo | Qualificazione dell'istituto e disciplina applicabile | La questione - Lo scambio di fondo del preconcordato | Gli oneri procedurali e sostanziali del preconcordato | I vantaggi del preconcordato nella “negoziazione” della crisi con i creditori | Considerazioni conclusive |

 

Il concordato con riserva, o preconcordato, anticipa alla presentazione della domanda “in bianco” gli effetti protettivi per il debitore, sul modello del Chapter 11 statunitense. Si tratta di una delle novità di maggior successo introdotte dal legislatore con il c.d Decreto Sviluppo: in questi primi mesi, le cancellerie dei Tribunali hanno registrato un largo utilizzo dell’istituto da parte degli imprenditori. Il tasso di conversione in concordati preventivi, però, è stato piuttosto limitato. Al fine di identificare con più chiarezza le situazioni in cui il ricorso al preconcordato può essere davvero efficace, l’Autore svolge alcune considerazioni, dal taglio operativo e strategico, sugli effetti della domanda, analizzando costi, opportunità e conseguenze pratiche del nuovo strumento.

Leggi dopo