Focus

Il diritto di voto dei coobbligati fideiussori non escussi nella procedura di concordato preventivo

16 Ottobre 2014 | , Fideiussione

Sommario

Premessa | Le indicazioni dell'art. 174 l. fall. con riferimento alla figura dei fideiussori | I presupposti per l'esercizio del diritto di voto dei coobbligati fideiussori | Il diritto limitato del fideiussore | Una questione aperta: il fideiussore non escusso titolare di pegno o ipoteca sui beni del debitore |

 

La legge fallimentare manca di definire in modo chiaro se nel concordato preventivo sussista o meno il diritto di voto in capo a chi abbia un credito derivante dalla stipula dell'obbligazione fideiussoria. L'Autore si sofferma sulla problematica riguardante la possibilità o meno di esercitare il diritto di voto da parte del fideiussore del debitore non ancora escusso alla data di pubblicazione del ricorso exart. 161 l. fall., compiendo una disamina delle interpretazioni date dalla dottrina e giurisprudenza.

Leggi dopo