Focus

La consecuzione del fallimento al concordato preventivo

Sommario

Premessa | Inammissibilità della domanda di concordato | Eventuale soluzione di continuità tra il termine della procedura concordataria e la declaratoria di fallimento | Successione di più concordati e fallimento finale | Successione di un pre-concordato, di una domanda di omologazione di accordo di ristrutturazione dei debiti e fallimento finale | Consecuzione del fallimento al concordato preventivo e “tenuta” della inefficacia delle ipoteche giudiziali di cui all’art. 168 l. fall. | Conclusioni |

 

Il secondo comma dell’art. 69-bis l. fall. non si limita a sancire espressamente il principio, di elaborazione giurisprudenziale, della consecuzione delle procedure di concordato preventivo e fallimento, applicandosi anche ad ipotesi in cui, in passato, era pacificamente esclusa la retrodatazione del periodo sospetto legale.

Leggi dopo