Focus

Le offerte concorrenti nel nuovo art. 163-bis l. fall.: l'eteronomia prevale sull'autonomia?

Sommario

La novella e la ratio dell'istituto | I prodromi della norma e le sue conseguenze: l'automaticità della procedura competitiva | L'ambito di applicazione delle offerte concorrenti | (Segue) Gli atti da autorizzare ai sensi dell'articolo 161, comma 7, e l'affitto di azienda | La procedura competitiva | (Segue) L'udienza e la gara | L'applicabilità degli artt. 105 e ss. l. fall. per la vendita dell'azienda | L'applicabilità dell'articolo 104-bis l. fall. per l'affitto d'azienda | L'obbligo di modificare la proposta di concordato | Per una conclusione |

 

L’Autore approfondisce l’analisi dell’istituto delle offerte concorrenti, introdotto nella disciplina del concordato preventivo dal d.l. n. 83/2015, indagandone gli aspetti applicativi nell’ottica dell’intento legislativo di incrementare la competitività e la concorrenza della procedura, nonché di evitare usi distorti, domandandosi se la natura sempre più ibrida e il contenuto sempre meno libero del concordato non abbiano comportato il superamento dell’autonomia privatistica a favore dell’eteronomia pubblicistica.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >