Focus

L'entrata in vigore delle disposizioni del decreto correttivo in tema di Albo dei soggetti incaricati dall'autorità giudiziaria

Sommario

Premessa | L'albo unico dei soggetti destinati a svolgere funzioni di gestione o controllo nelle procedure concorsuali di cui all'art. 356 comma 2 | I soggetti che possono essere chiamati a svolgere le funzioni di curatore, commissario giudiziale, liquidatore: l'art. 358, comma 1, CCII | La reintroduzione dell'obbligo di motivazione del provvedimento di nomina: la lett. a) del comma 3 dell'art. 358 CCII | | Le modifiche del correttivo in tema di efficienza nell'espletamento delle funzioni di cui alla lettera b) del comma 3 dell' art. 358 CCII | Le modifiche del correttivo in tema di rotazione degli incarichi: il comma 3 dell'art. 358, alla lettera c) | Le esigenze di trasparenza nell'assegnazione degli incarichi, valutata la specifica esperienza richiesta | Le modifiche del correttivo in tema di formazione e primo popolamento dell'albo: il comma 2 dell'art. 356 CCII |

 

Con la pubblicazione in G.U. del decreto correttivo del Codice della crisi d'impresa (D.Lgs. n. 147/2020) sono entrate in vigore il 20 novembre 2020, decorso il termine ordinario di vacatio legis, le disposizioni degli artt. 37, commi 1 e 2, che intervengono sugli artt. 356, comma 2, e 357, comma 1, CCII. L'Autrice ripercorre le principali novità introdotte in tema di albo dei soggetti incaricati dall'autorità giudiziaria, evidenziando la coerenza o meno con i principi dettati dalla legge delega e con la Direttiva UE 2019/1023.

Leggi dopo