Focus

Prime osservazioni al Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza: riflessi penalistici

12 Aprile 2019 | Crisi d'impresa e insolvenza

Sommario

Premessa | Le principali novità in materia penale | Gli artt. 2 e 121 del codice: soggetti attivi e presupposto oggettivo. L’insolvenza e il dissesto della società | Lo stato di dissesto: l’occasione mancata per fare chiarezza. La bancarotta impropria per operazioni dolose: l’evento dissesto | Le misure premiali | La falsità in attestazioni e nelle dichiarazioni di accesso alle procedure di composizione della crisi | In conclusione |

 

Lo scorso 14 febbraio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 12 gennaio 2019, n. 14 «Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155» destinato a entrare in vigore - salvo alcune specifiche disposizioni vigenti a far data dal 16 marzo 2019 - a partire dal 15 agosto 2020. Per quanto attiene ai profili penalistici della materia, la disciplina della bancarotta e degli altri reati fallimentari attualmente contenuta nella legge fallimentare viene trasferita, pressoché invariata, agli articoli 322-347 del nuovo codice.

Leggi dopo