Focus

Speciale Decreto “contendibilità e soluzioni finanziarie” n. 83/2015: “pillole” sulle novità del processo esecutivo. La novella del 2015: cosa cambia ... in meglio e/o in peggio

06 Agosto 2015 | Vendite competitive

Sommario

L'espropriazione senza revocatoria | Un nuovo avvertimento nel precetto | Il portale delle vendite pubbliche | Pubblicità degli avvisi di vendita | La ricerca nelle banche dati dei beni da pignorare | Rateizzazione allungata per la conversione del pignoramento | Termini accorciati per gli atti di impulso (art. 497 c.p.c., art. 567 c.p.c.) | Pignoramento di veicoli | Vendita forzata a rate | Vendita mobiliare riformata | Crediti (e conti) impignorabili e “minimo vitale” | I rimedi al pasticcio della mancata, insufficiente o generica dichiarazione del terzo | La perizia di stima: una solida base informativa ... da predisporre in fretta | La delega al professionista delle operazioni di vendita immobiliare | Le difficoltà insorte nelle operazioni di | Rinnovate modalità di vendita dell'immobile pignorato | L'assegnazione al creditore | Astreinte all'italiana | La sospensione parziale del titolo esecutivo |

 

A poco più di sei mesi dall'entrata in vigore delle disposizioni del d.l. 12/9/2014 n. 132(conv. l. 10/11/2014 n. 162), il d.l. n. 83del 27/6/2015 e la relativa legge di conversione (contenente significative modifiche apportate dal Parlamento e, segnatamente, dalla Camera dei Deputati) intervengono nuovamente sulle norme del processo esecutivo, dichiaratamente con lo scopo di rendere più efficiente l'espropriazione forzata, ma anche al fine di correggere difetti di coordinamento e di formulazione del vigente impianto legislativo, che hanno alimentato contrasti dottrinali e giurisprudenziali.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >