Giurisprudenza commentata

Atti in frode ai fini della revoca del concordato: la visione della Cassazione

06 Ottobre 2014 |

Cass. Civ.

Atti di frode

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche esaminate e la soluzione | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

La nozione di atto in frode con valenza ingannatoria ai fini della revoca del concordato ex art. 173, comma 1, l. fall. presuppone che il debitore abbia occultato situazioni di fatto idonee ad influire sul giudizio dei creditori e che siano state “scoperte” dal commissario.

Leggi dopo