Giurisprudenza commentata

Dichiarazione di fallimento: natura del termine di convocazione del debitore

13 Marzo 2012 |

Cass. Civ.

Dichiarazione di fallimento

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Questioni aperte | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali e normativi |

 

Deve ritenersi ammissibile il ricorso per cassazione proposto dal curatore contro la sentenza che ha revocato il fallimento, poiché quest’ultimo viene meno, con la conseguente decadenza dei suoi organi, soltanto con il passaggio in giudicato della sentenza di revoca, salva la verifica nel singolo caso, ai sensi dell’art. 100 c.p.c., dell’interesse dello stesso curatore ad agire o a contraddire.

Leggi dopo