Giurisprudenza commentata

Divieto di azioni esecutive e risoluzione del contratto di locazione

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche. L’ammissibilità di un’azione di risoluzione contrattuale promossa dal contraente in bonis successivamente al deposito della domanda di concordato | Segue. L’ammissibilità dell’azione di rilascio dell’immobile locato al debitore in concordato preventivo | Osservazioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali e bibliografici |

 

Il divieto per i creditori di iniziare o proseguire azioni esecutive e cautelari sul patrimonio del debitore opera esclusivamente con riferimento alle azioni esecutive individuali, non rientrando in tale divieto l’azione diretta alla risoluzione del contratto di locazione ed al rilascio dell’immobile locato, la quale azione non pregiudica gli interessi degli altri creditori, avendo ad oggetto un bene che al patrimonio del fallito è sempre rimasto estraneo.

Leggi dopo