Giurisprudenza commentata

Fallibilità in estensione del soggetto che agisce in nome e per conto dell’associazione non riconosciuta

Sommario

Massima | Il caso | Questioni giuridiche | Conclusioni |

 

L’estensione del fallimento al soggetto corresponsabile ex art. 38 c.c. trova il suo fondamento nell’art. 147 l.fall., che prevede appunto l’estensione ai soci del fallimento della società con soci illimitatamente responsabili. Una volta stabilito che vi è una responsabilità illimitata concorrente con la responsabilità dell’impresa collettiva in forza dell’art. 38 c.c., seconda parte, è tale illimitata responsabilità a rendere applicabile la previsione dell’art. 147 l.fall. che presuppone e non fonda la responsabilità illimitata del soggetto cui il fallimento deve estendersi.

Leggi dopo