Giurisprudenza commentata

Il classamento dei creditori: omogeneità giuridica ed interessi economici

13 Aprile 2015 |

Corte d'Appello di Roma

Classi e categorie di creditori

Sommario

Massima | Il caso e la decisione | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Minimi riferimenti bibliografici e giurisprudenziali |

 

Nel concordato preventivo il controllo del tribunale sulla formazione delle classi è finalizzato a garantire una formazione genuina della maggioranza. Poiché il classamento deve avvenire secondo posizione giuridica e interessi economici omogenei, ex art. 160 l. fall., il sindacato deve rilevare quelle disomogeneità che siano funzionali all’espressione del diritto di voto, cioè quelle disomogeneità che portano un soggetto ad esprimersi in senso difforme per la tutela di un interesse singolare proprio e diverso da quello degli altri appartenenti alla classe.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >