Giurisprudenza commentata

Il conflitto di interessi del creditore nel concordato fallimentare

12 Febbraio 2018 |

Tribunale di Teramo

Conflitto d'interessi

Sommario

Premessa | Il voto in conflitto di interessi nel concordato fallimentare | La difficile trasposizione in ambito concordatario delle norme in tema di voto in conflitto di interessi | La soluzione prospettata dal Tribunale di Teramo | L’abuso del diritto come limite all'esercizio del diritto di voto ed il sindacato giurisdizionale sulla convenienza del concordato |

 

Il concordato approvato con il voto determinante di un creditore in conflitto di interessi (in quanto controllato dal creditore proponente della medesima proposta concordataria) può essere omologato qualora la proposta non sia idonea ad arrecare alcun pregiudizio agli altri creditori, alla luce di una verifica condotta dal Tribunale sulla convenienza della proposta medesima rispetto alle alternative concretamente praticabili; tale potere di sindacato giurisdizionale costituisce corollario del più generale potere di sanzionare eventuali tentativi di abuso dello strumento concordatario.

Leggi dopo