Giurisprudenza commentata

Impugnativa contrattuale e fallimento del contraente convenuto

15 Gennaio 2015 |

Tribunale di S.M. Capua Vetere

Concorso dei creditori

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e le soluzioni | Le questioni aperte | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

Stante il disposto dell’art. 52 l. fall., nel caso in cui nel corso del processo avente ad oggetto la domanda diretta a far valere la nullità, annullabilità, risoluzione, rescissione del contratto e la domanda accessoria di ripetizione dell’indebito, sia pronunciata la dichiarazione di fallimento del convenuto, tutte le istanze, concernenti i fatti costitutivi del diritto di credito da far valere nei confronti della massa dei creditori, devono essere sottoposte secondo le regole dettate dagli artt. 93 e ss. l. fall. alla cognizione del giudice delegato nell’ambito del giudizio di verifica.

Leggi dopo