Giurisprudenza commentata

La falsificazione del libro soci integra il reato di bancarotta documentale fraudolenta?

01 Ottobre 2019 |

Cass. Pen.

Reati fallimentari

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La decisione della Cassazione | Considerazioni conclusive |

 

La legittimazione alla proposizione della querela per il reato di infedeltà patrimoniale dell'amministratore spetta non solo alla società nel suo complesso ma anche - e disgiuntamente – al singolo socio. La falsificazione dei "libri sociali" risulta esterna alla sfera punitiva della L. Fall. art. 216, comma 1, n. 2 (e L. fall. art. 217, comma 2), a condizione che l'alterazione del vero (o la sottrazione, distruzione) non incida direttamente ed immediatamente sulla rappresentazione contabile dei fatti di gestione.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >