Giurisprudenza commentata

La modifica sostanziale della proposta, il sovraprezzo come “risorsa esterna” e le regole del suo impiego

22 Dicembre 2011 |

Tribunale di Milano

Modifica della proposta di concordato

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

La modificazione della proposta di concordato preventivo deve essere qualificata come nuova proposta, da sottoporre al Tribunale per tutte le verifiche previste dagli artt. 160 e segg. l. fall., allorché diversi (rispetto all’originario piano concordatario) si presentino i mezzi attraverso i quali soddisfare i crediti o quando si prevedano pagamenti solo parziali dei creditori privilegiati e/o differente suddivisione in classi del ceto creditorio.

Leggi dopo