Giurisprudenza commentata

La pendenza di domande tardive preclude la chiusura del fallimento

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche | L’attuale soluzione della Corte |

 

Non è possibile la chiusura del fallimento ai sensi dell'art. 118 n. 1 l.fall. in pendenza di domanda tardiva di insinuazione al passivo. La norma infatti non pone un termine di preclusione per eventuali domande tardive di ammissione al passivo, né esclude la possibilità di prosecuzione della procedura fallimentare ove siano state depositate domande di ammissione prima del decreto di chiusura purché non sussistano altre condizioni per la cessazione della procedura concorsuale contestualmente previste dall’art. 118 l.fall.

Leggi dopo