Giurisprudenza commentata

Mancata omologazione del concordato per irrealizzabilità della “causa in concreto”

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche | Osservazioni | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

Non è realizzabile la “causa in concreto” del negozio concordatario con conseguente giudizio negativo in tema di fattibilità giuridica del piano nella ipotesi in cui vi sia una contraddittorietà intrinseca della proposta concordataria con ipotesi di esdebitamento tra loro alternative e contrapposte e nella ulteriore ipotesi in cui sia prevista una esorbitante durata del piano concordatario con una conseguente incongrua dilatazione dei tempi di soddisfacimento dei creditori (nel caso di specie era stato offerto ai creditori un piano di pagamenti dilazionati in dieci anni)

Leggi dopo