Giurisprudenza commentata

Nessuna ragione per escludere il fallimento di una società sottoposta a sequestro preventivo ed amministrazione controllata

07 Aprile 2020 |

Trib. Milano, sez. II civile

Sequestro penale di azienda; quote e azioni di società

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Il codice antimafia prevede che un'azienda sottoposta a sequestro penale possa continuare la propria attività alle condizioni stabilite dall'art. 41 del codice antimafia stesso, ma non esclude affatto che questa impresa, se insolvente, possa essere dichiarata fallita. In altri termini, il sequestro penale di un'azienda attiva non conferisce all'impresa alcuna patente di infallibilità, per cui, in mancanza di disposizioni in senso contrario, si deve affermare che, così come un'impresa in attività può essere dichiarata fallita, anche un'impresa attiva e sottoposta a sequestro penale possa essere dichiarata fallita.

Leggi dopo