Giurisprudenza commentata

Nuovamente sul diritto di difesa del debitore

20 Maggio 2016 |

Corte d'appello di Roma

Consecuzione di procedure

Sommario

Massime | Il caso | La questione e le soluzioni giuridiche | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

In pendenza di un ricorso per concordato preventivo, ordinario o con riserva, il fallimento del debitore può essere dichiarato soltanto quando ricorrono gli eventi previsti dagli artt. 162, 173, 179 e 180 l. fall., peraltro non sussistendo una pregiudizialità tecnico-giuridica tra le due procedure, talché la dichiarazione di fallimento non è esclusa durante le eventuali fasi di impugnazione dell’esito negativo del concordato preventivo.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >