Giurisprudenza commentata

Prime riflessioni sull'applicazione del criterio della “prevalenza quantitativa attenuata” nel concordato “misto” alla luce della disciplina del c.c.i.

25 Maggio 2020 |

Tribunale di Milano

Concordato misto

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

La teoria che vorrebbe applicare le riflessioni sul contratto misto al concordato misto e che, quindi, vorrebbe vedere integrate o combinate le discipline dettate, rispettivamente, per il concordato liquidatorio e per il concordato in continuità, si scontra con il rilievo per cui tali discipline non sono in realtà compatibili, non fosse altro che per la diversa percentuale di soddisfacimento dei creditori prevista nelle due ipotesi.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >