Giurisprudenza commentata

Prova della scientia decoctionis dell’istituto di credito convenuto in revocatoria

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche | La soluzione della Corte | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

Ai fini della revocatoria di rimesse bancarie ex art. 67, comma 2, l. fall., la prova della scientia decoctionis della banca incombe sul curatore e non può essere dedotta solo dalla costante scopertura di conto corrente della fallita – in quanto circostanza equivoca – né da supposte segnalazioni in Centrale Rischi neppure dimostrate dal fallimento attore.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >