Giurisprudenza commentata

Sovraindebitamento: potere di controllo del giudice e qualità di consumatore

05 Marzo 2015 |

Tribunale di Bergamo

Sovraindebitamento

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Il controllo giudiziario nella crisi da sovraindebitamento in generale e nel piano del consumatore in particolare | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

Nell’ambito di una procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento, riguardante un consumatore, al giudice spetta in primo luogo la verifica circa l’esistenza del presupposto soggettivo, integrato dalla qualità di consumatore, e del presupposto oggettivo del sovraindebitamento, nelle due diverse forme in cui può essere integrato; in secondo luogo la verifica inerente alla elaborazione di un piano, a contenuto libero e atipico, di soddisfacimento del ceto creditorio. Va ulteriormente accertata la presenza delle condizioni di ammissibilità formali, cioè di tutti i documenti che devono accompagnare la proposta di piano.

Leggi dopo