Giurisprudenza commentata

Trasferimento di imprese, diritti dei lavoratori e concordato preventivo: rilievi di diritto comunitario

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche e la soluzione | Osservazioni | Le questioni aperte | Conclusioni | Minimi riferimenti giurisprudenziali, bibliografici e normativi |

 

Al fine del mantenimento dei diritti dei lavoratori come previsti ai sensi dell’art. 2112 c.c., il nuovo comma 4-bis dell’art. 47, L. 428/90 distingue i casi in cui sia intervenuta la dichiarazione dello stato di crisi aziendale ai sensi della L. 675/77 dalle ipotesi di procedura concorsuale (fallimento e concordato preventivo), di liquidazione coatta amministrativa e dell’amministrazione straordinaria di grandi imprese in crisi di cui al D. Lgs. 270/90. Nel caso di grave crisi aziendale è possibile stipulare un accordo sindacale con cui sono definiti i limiti entro i quali trova applicazione l’art. 2112 c.c., a condizione che si preveda il mantenimento anche parziale dell’occupazione. Negli altri casi è possibile derogare alla disciplina di cui all’art. 2112 c.c. qualora sia stipulato un accordo che preveda il mantenimento anche parziale dell’occupazione (massima non ufficiale).

Leggi dopo