News

Bancarotta: può essere disposto il sequestro del bene anche se gravato da ipoteca

Al fine di impedire la dispersione dei proventi dell’azione delittuosa di bancarotta a danno dei creditori della società fallita, il Giudice può disporre il sequestro preventivo del bene, nonostante quest’ultimo sia gravato da ipoteca ed indipendentemente dal suo valore economico.

 

Il caso.  Il Tribunale di Potenza riformava con ordinanza la decisione assunta dal Gip accogliendo l’istanza del Pubblico Ministero di disporre il sequestro preventivo in relazione ad un complesso alberghiero concorrendo i requisiti di legge in correlazione a reati fallimentari. Il Tribunale, infatti, riteneva sussistere elementi indiziari lumeggianti il ricorrere delle ipotesi delittuose ipotizzate a carico degli indagati e l’inerenza dei beni ai delitti richiamati reputando anche presente il periculum in mora disatteso dal primo giudice nel provvedimento impugnato. Avverso l’ordinanza i soggetti indagati proponevano separati ricorsi in cassazione.

 

Sequestro preventivo e principio di proporzionalità. Qualora il bene oggetto del sequestro preventivo sia un bene indivisibile, è ininfluente il principio di proporzionalità tra il valore dei beni sequestrati e l’ammontare delle somme sottratte con l’azione illecita.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >