News

Codice della crisi d’impresa: l’analisi del CNDCEC sulla disciplina transitoria

15 Marzo 2019 |

CNDCEC - Circolare 14 marzo 2019

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, con la circolare diramata nella giornata di ieri, ha diffuso le proprie indicazioni in merito alla disciplina transitoria del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.

 

In base a quanto evidenziato dal CNDCEC, il profilo sicuramente più problematico dell’attuale disciplina risulta essere il rapporto tra gli artt. 352 e 356 del Codice, nella parte in cui vengono diversamente individuati i requisiti professionali che dovrebbero connotare i soggetti destinati ad ricoprire le funzioni di curatore, commissario giudiziale, liquidatore, attestatore, advisor e componente del collegio dell’OCRI.

 

Con il documento, il Consiglio Nazionale ha analizzato nello specifico:

  • Entrata in vigore del Codice della Crisi e disciplina transitoria;
  • albo dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui al codice della crisi e dell’insolvenza;
  • requisiti di iscrizione all’albo ex art. 356 del Codice della crisi;
  • art. 352 del Codice della crisi;
  • Decreti correttivi al Codice della Crisi e notazioni conclusive.
Leggi dopo