News

Fase 2: linee guida del CSM per le procedure concorsuali

15 Giugno 2020 | Istruttoria prefallimentare

Le linee guida approvate dal CSM lo scorso 4 giugno hanno lo scopo di evitare che si prolunghi eccessivamente l'immobilizzazione delle risorse oggetto delle procedure esecutive e concorsuali, con un ulteriore aggravio per la situazione economica del Paese.

 

In particolare, secondo il CSM, vanno favorite le seguenti attività:

1. le operazioni di riparto, parziale e finale, delle somme conseguite invitando i curatori, i liquidatori ed i commissari straordinari a provvedere senza indugio al deposito dei progetti di ripartizione di tutte le somme disponibili, con riserva unicamente di quelle occorrenti per gli accantonamenti di legge e per le spese di procedura;

2. la celebrazione delle udienze funzionalmente imprescindibili alla distribuzione delle somme disponibili in seno alle procedure concorsuali;

3. la fissazione e la celebrazione delle udienze prefallimentari urgenti, con riferimento a ricorsi o richieste proposti sia prima del 9 marzo 2020, sia successivamente, con o senza declaratoria di improcedibilità, in considerazione del possibile decorso dell'anno dalla cancellazione del registro delle imprese (previsto dall'art. 10 L.Fall.) e del maturare della decadenza dalle azioni revocatorie (ai sensi dell'art. 69-bis L.Fall.);

4. le operazioni di inventario, invitando i curatori a provvedere in autonomia, eventualmente con l'ausilio del solo esperto stimatore, anticipando così la scelta operata dal legislatore nel Codice della crisi e dell'insolvenza;

5. le operazioni di vendita dei beni mobili e immobili da parte dei curatori e liquidatori ogni qualvolta sussistano le condizioni per consentire ai potenziali interessati all'acquisto la visione dei beni da liquidare. I liquidatori potranno fissare gli esperimenti di vendita nelle ipotesi di immobili ad uso abitativo o non abitativo liberi, aziende in esercizio e immobili ad uso commerciale o industriale sia sgombri, sia occupati con titolo o senza titolo.

 

Leggi dopo