News

La pendenza del contratto di leasing nel fallimento

24 Febbraio 2017 |

Cass. Civ.

Leasing

Il tema di contratto di leasing l’art. 72-quater l.fall. non si applica quando il contratto sia stato risolto prima della dichiarazione di fallimento.

 

Il caso.  Il Tribunale respingeva con decreto l’opposizione allo stato passivo presentata da una Spa di Leasing avverso il rigetto della domanda di ammissione al passivo del Fallimento di una Srl, in relazione a quattro rapporti di leasing, tutti risolti in data anteriore alla dichiarazione di fallimento della Srl. Secondo il Tribunale, i contratti, per la tipologia e la struttura negoziale, erano da ritenersi quali leasing di tipo traslativo, la cui risoluzione è soggetta all’applicazione per via analogica dell’art. 1526 c.c. Avverso il decreto del Tribunale la Spa proponeva ricorso in Cassazione.

 

L’art. 72-quater l.fall. si applica solo quando il contratto di leasing è pendente al momento del fallimento dell’utilizzatore. L’art. 72-quater l.fall. trova applicazione solo nel caso in cui il contratto di leasing sia pendente al momento del fallimento dell’utilizzatore. Ove il contratto si sia già anteriormente risolto, invece, occorre distinguere a seconda che si tratti di leasing finanziario o traslativo: solo per quest’ultimo, infatti, é possibile utilizzare in via analogica l’art. 1526 c.c, con l’ulteriore conseguenza che, in tal caso, il concedente ha l’onere, se intende insinuarsi al passivo del fallimento, di proporre corrispondente domanda completa in tutte le sue richieste nascenti dall’applicazione della norma.

Leggi dopo