News

OCC e obblighi di conservazione della documentazione amministrativa

07 Agosto 2020 | Sovraindebitamento: accordo di composizione della crisi

 

Il CNDCEC ha pubblicato un pronto ordini datato 7 luglio 2020 nel quale vengono specificati gli obblighi di conservazione della documentazione amministrativa da parte degli Organismi di Composizione della Crisi (OCC). 

Il dovere di distruggere le informazioni non è da riferire alla generalità della documentazione amministrativa gestita nell’ambito dello svolgimento della procedura di composizione, bensì soltanto i dati personali e ai documenti provenienti dalle banche dati pubbliche cui l’OCC può accedere previa autorizzazione del giudice delegato, ai sensi del comma 10 del medesimo articolo. Nel dettaglio, si tratta dei dati contenuti: nell'anagrafe tributaria, compresa la sezione delle comunicazioni da parte degli operatori finanziari ai sensi dell'art. 7, co. 6 del d.P.R. n. 605/1973, nei sistemi di informazioni creditizie, nelle centrali rischi e nelle altre banche dati pubbliche, ivi compreso l'archivio centrale informatizzato presso il MEF di cui all'art 30-ter. co. 2 del D.Lgs. 141/20103. 

In sintesi, la distruzione al termine della procedura è obbligatoria soltanto per i documenti derivanti dall’accesso alle banche dati pubbliche ex art. 15, co. 10 della L. 3/2012, fermi restando gli obblighi di conservazione per ogni altro documento amministrativo afferente alle attività dell’OCC. 

Leggi dopo