News

Procedure concorsuali e note di variazione a fini IVA, diramati i chiarimenti dell’AIDC

27 Febbraio 2015 | Scritture contabili e fiscali

La norma di comportamento n. 192, diramata dall’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili in data odierna, fornisce preziose indicazioni riguardanti il momento dell’emissione delle note di variazione IVA nell’ambito di procedure concorsuali.
La norma chiarisce che, in sede di procedure concorsuali, il fornitore ha il diritto di emettere nota di credito "nel momento in cui l'ammontare originariamente addebitato in fattura si manifesta, in tutto o in parte, non recuperabile e, quindi, anche prima della conclusione della procedura". Il momento dell’emissione, in particolare, può coincidere con l’accertamento della perdita ai fini delle imposte dirette, nel rispetto dei parametri di cui all’art. 101, comma 5, del D.P.R. 917/1986.
Queste le indicazioni contenute nella norma di comportamento, che in sostanza opera un’armonizzazione del contenuto dell’art. 26, comma 2, del D.P.R. 633/1972 alla luce dei principi consacrati negli artt. 90 e 185 della Direttiva 2006/112/CE.
Ai sensi della Direttiva 2006/112/CE, infatti, la diminuzione dell’imponibile si configura quale obbligo "in caso di annullamento, recesso, risoluzione, non pagamento totale o parziale o riduzione di prezzo dopo il momento in cui si effettua l'operazione" (art 90), e ancora “quando successivamente alla dichiarazione IVA sono mutati gli elementi presi in considerazione per determinare l’importo delle detrazioni” (art. 185). Ne deriva dunque che il momento dell’emissione della nota di variazione è determinato dall’insorgenza di fatti che estinguono totalmente o parizialmente l’originaria operazione.
Per converso l'art. 26 comma 2 del DPR 633/72 (che oltretutto configura la nota di variazione in diminuzione come facoltà e non obbligo) non fornisce indicazioni temporali specifiche, che debbono necessariamente essere desunte dalla normativa comunitaria.
                                                                                                             

(Fonte: Fiscopiu)

Leggi dopo