News

Procedure concorsuali: i chiarimenti del MinLav sull'applicazione degli esoneri previsti dal Decreto Genova

Con la circolare n. 19 diramata nella giornata di ieri, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito chiarimenti in merito alle modalità attuative delle previsioni dettate dal Decreto Genova (D.L. n. 109/ 2018) in materia di esonero dal pagamento delle quote di accantonamento del trattamento di fine rapporto e dal pagamento del c.d. contributo di licenziamento per gli anni 2019 e 2020.

 

Come noto infatti (vedi news del 2 ottobre 2018) con l’art. 43-bis  D.L. n. 109/2018 è stata prevista la possibilità -per le Società in procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria che fruiscono del trattamento straordinario di integrazione salariale negli anni 2019 e 2020 - di essere esonerate dal pagamento delle quote di accantonamento del trattamento di fine rapporto, relative alla retribuzione persa, a seguito della riduzione oraria o sospensione dal lavoro e dal pagamento del c.d. contributo di licenziamento.

 

Con il provvedimento, il Ministero si è prevalentemente soffermato sui seguenti punti:

 

  • Trattamento di fine rapporto;
  • Contributo di licenziamento;
  • Indicazioni operative sull’esonero dal pagamento delle quote di accantonamento del TFR e del contributo previsto dall’art. 2, comma 31, L. n. 92/2012 di cui all’art. 43-bis D.L. n. 109/2018;
  • Base imponibile TFR;
  • Calcolo della quota mensile di TFR;
  • Liquidazione del TFR maturato durante il periodo di CIGS ex art. 43-bis, D.L. n. 109/2018;
  • Calcolo del contributo sulle interruzioni dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato;
  • Oneri finanziari e monitoraggio;
  • Istruzioni INPS.
Leggi dopo