News

Registro delle procedure per le crisi d’impresa: al via la sperimentazione

Continua la rivoluzione della digitalizzazione della giustizia, dopo il processo civile telematico e il portale delle vendite pubbliche (vedi news del 19 luglio 2017), parte la sperimentazione del Registro delle procedure di espropriazione forzata, di insolvenza e degli strumenti di gestione della crisi. Questo è quanto si apprende dal comunicato stampa diffuso ieri dal Ministero della Giustizia a seguito di un incontro del Ministro Orlando con i rappresentanti di Abi, Banca d’Italia, Inps.

 

Il Registro – sottolineano dal Ministero - ha l’obiettivo di rendere trasparente il mercato delle informazioni delle procedure esecutive, individuali e concorsuali, agevolando così la tutela dei creditori e dando al contempo l’indispensabile ausilio alle funzioni di vigilanza esercitate dalla Banca d’Italia. Lo scopo è quello di ridurre i tempi, salvaguardare il valore dei beni, tutelare i creditori, migliorare le performance del sistema giudiziario, anche nel settore fallimentare.

 

Il Registro ha inoltre la funzione di agevolare la circolazione dei crediti incagliati, superando le asimmetrie informative che spesso ne condizionano la valorizzazione nelle procedure di liquidazione dei beni sottoposti ad esecuzione.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >