News

Riforma del processo civile: lo schema del DDL delega approvato dal CdM

17 Febbraio 2015 | Tribunale fallimentare

Nel Consiglio dei Ministri dello scorso 10 febbraio il Governo ha approvato uno schema di disegno di legge di delega recante disposizioni per l’efficienza del processo civile.
Il testo si inserisce nel complessivo sistema di riforme annunciato dal Governo (sul punto si veda la news “Al via la riforma della Giustizia del Governo Renzi”), già iniziato  con il Decreto Giustizia sull’arretrato civile, che ha avuto un impatto anche sulle procedure concorsuali (si veda la news, in questo portale, "In GU il Decreto Giustizia. Procedure concorsuali più veloci").

 

Rafforzamento del Tribunale delle imprese. Tra gli obiettivi di questo nuovo ddl, vi è quello di valorizzare le sezioni specializzate in materia di impresa, che hanno dato finora risultati positivi. L’intervento si propone, quindi, di consolidare questa specializzazione, in una prospettiva di migliore efficienza e qualità della giustizia e di maggior spinta economica per il Paese.
Il testo interviene, quindi, sui Tribunali delle imprese, modificandone il nome (Sezioni specializzate per l’impresa e il mercato) e soprattutto ampliando la loro competenza a: controversie in materia di concorrenza sleale e di pubblicità ingannevole; azioni di classe a tutela dei consumatori previste dal codice del consumo; controversie relative agli accordi di collaborazione nella produzione e nello scambio di beni o servizi e relativi a società interamente possedute dai partecipanti all’accordo; controversie societarie relative (anche) a società di persone; controversie in materia di contratti pubblici di lavori, servizi o forniture, rientranti nella giurisdizione del giudice ordinario.

 

Efficienza: un processo civile lineare e comprensibile. In tempi ridotti. Altre misure sono volte a realizzare un processo civile più lineare e, in particolare, a ridurne la durata, mediante la revisione della disciplina delle fasi di trattazione e di rimessione in decisione, per ogni grado di giudizio.

 

 

Sezione specializzata per la famiglia e la persona. Infine, si vogliono rafforzare le garanzie dei diritti della persona, dei minori e della famiglia, mediante l’istituzione di sezioni Specializzate del Tribunale, con competenze precise.

 

Leggi dopo