Quesiti Operativi

Concordato in continuità e prospettata percentuale di soddisfazione dei chirografari

15 Giugno 2015 | Soddisfazione dei crediti
 

In un concordato in continuità aziendale omologato la ricorrente aveva prospettato una percentuale di liquidazione ai creditori chirografari del 30% mentre il commissario nelle sue relazioni ha previsto più prudentemente una percentuale di soddisfazione del 18% in funzione di crediti a suo parere non incassabili e di maggiori oneri prededucibili legati alla mobilità di alcuni lavoratori. La ricorrente non ha mai dichiarato, in nessuna fase, di garantire la percentuale prospettata ed il commissario ed il tribunale non hanno mai rilevato che la percentuale prospettata dalla ricorrente fosse vincolante per l'esecuzione del concordato. Ad oggi, avendo eseguito il pagamento integrale delle spese prededucibili e dei creditori privilegiati, si prospetta una percentuale di liquidazione per i chirografari di circa il 13% dovuta a ulteriori crediti probabilmente non incassabili. Il concordato si potrà dire eseguito qualsiasi sia la percentuale pagata ai creditori chirografari? O la percentuale prospettata deve essere ritenuta vincolante?

Leggi dopo