Bussola

Abuso del diritto nel concordato

Sommario

Inquadramento | Rapporti tra domanda di fallimento e domanda di concordato preventivo | Evoluzione della giurisprudenza di legittimità | Rapporto di coordinamento tre le procedure | Il principio di prevenzione alla prova delle Sezioni Unite | Riferimenti |

 

Il terreno di maggiore frizione tra i contrapposti interessi coinvolti nelle procedure concorsuali è rappresentato dal difficile coordinamento tra domanda di fallimento avanzata dai creditori e domanda di accesso alla procedura concordataria di composizione della crisi, quaestio iuris quest’ultima la cui importanza sistematica ed attualità è rappresentata proprio dall’intervento delle Sezioni Unite per ben due volte nel breve volgere di un anno e mezzo (Cass., S.U., 21 gennaio 2013, n. 1521 e Cass., S.U. n. 9936/2015).   Per approntare, sotto il profilo definitorio, una nozione di abuso del diritto, si possono utilizzare, expressis verbis, le parole spese, in una fattispecie paradigmatica della problematica qui in esame, dal Tribunale di Milano là dove ebbe ad affermare che “anche nell’area degli strumenti di composizione della crisi aziendale possa ravvisarsi abuso del diritto, qualora gli istituti creati dal legislatore per far fronte alla crisi d’impresa vengano deviati dalla loro funzione tipica: ciò che può verificarsi quando le facoltà riconosciute dal legislatore siano svolte con modalità tali da determinare un sacrificio sproporzionato ed ingiustificato delle ragioni dei creditori, dilatando in modo abnorme la durata del procedimento e gli effetti dell’automatic stay” ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento