Bussola

Cessione d'azienda e rapporti di lavoro

05 Giugno 2020 |

Sommario

Inquadramento: fattispecie e norme di riferimento a tutela dei rapporti di lavoro | Le garanzie previste dall'art. 2112 c.c. | Trasferimento di un ramo d'azienda | La procedura di informazione e consultazione sindacale ex art. 47, commi 1 e 2, legge n. 428/1990 e le conseguenze del mancato o non corretto svolgimento della procedura | Le condizioni che consentono la disapplicazione delle tutele dell'art. 2112 c.c. nelle procedure di regolazione della crisi e dell'insolvenza |

 

  Viene classificata “trasferimento d'azienda” qualsiasi operazione che dia luogo al mutamento della titolarità dell'azienda, a prescindere dalla tipologia negoziale o dal provvedimento sulla base del quale il trasferimento stesso è attuato, si tratti di cessione, fusione, affitto, usufrutto o conferimento d'azienda. Tali negozi impongono il rispetto di una serie di tutele a favore dei rapporti di lavoro: l'art. 2112 c.c., nel passaggio dal cedente al cessionario, garantisce ai lavoratori la continuità del rapporto, i crediti vantati al tempo del trasferimento e la conservazione di taluni fondamentali diritti acquisiti presso il cedente; nonché l'art. 47 della legge n. 428/1990, con disposizioni che prevedono una procedura di consultazione sindacale ed una serie di casi in cui – ricorrendo determinate situazioni di crisi – è possibile derogare alle tutele dell'art. 2112 c.c.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento